rings.svg

5 cose da tenere a mente per un e-commerce di successo

5 cose da tenere a mente per un e-commerce di successo

04/05/2016
Scritto da: Alberto Manara
Negli ultimi tempi sempre più clienti ci chiedono informazioni e preventivi per la realizzazione di un e-commerce. Non sempre però hanno le idee chiare sia sugli obiettivi di vendita da raggiungere, sia sul come raggiungerli. Spesso credono che basti “andare online” per generare automaticamente ed immediatamente delle vendite, scontrandosi poi però con la dura realtà: la carenza di domanda, la concorrenza spietata, le visite e le vendite che non decollano. Problemi che si possono evitare partendo con uno schema mentale più realistico. Ecco quindi 5 brevi consigli che potranno aiutarti a inquadrare meglio la realtà del commercio online.

1 - Il successo non sarà immediato

Sono pochissimi gli e-commerce che, partendo da zero, riescono a generare vendite entro pochi giorni. Certo, se hai un brand conosciuto e un’azienda già avviata è probabile che tu riesca a trasferire online parte delle vendite che prima avvenivano solo offline. Ma per trovare nuovi clienti, soprattutto nel caso di un progetto nuovo, occorrerà tempo e una strategia sostenibile.

Anche perché il commercio elettronico ha una storia relativamente breve e non permea ancora tutti i settori. Ci sono settori nei quali l’acquisto online è ormai una prassi consolidata, altri in cui è una novità, e altri in cui non si è ancora affacciato: conoscere in quale categoria rientra il tuo business può aiutarti ad avere una visione realistica delle tempistiche necessarie a generare vendite su pianta stabile.

2- È necessario fare investimenti

Le persone non arriveranno sul tuo sito magicamente, così come non acquisteranno un prodotto se non avrai saputo ottenere la loro attenzione prima, e la loro fiducia poi. Esistono molte sorgenti di traffico che possono portare visite qualificate sul tuo sito web, ed una strategia di web marketing può aiutarti ad individuare quelle migliori per il tuo specifico progetto. Chiaramente una strategia simile richiederà investimenti sia di tempo che di denaro, soprattutto se il tuo brand è nuovo: prima di vendere, dovrai farti conoscere nella tua nicchia di riferimento.

Lo stesso vale per ciò che si vede sul sito e che va a creare l’esperienza utente. Ricordati di curare ad esempio le foto e le immagini dei prodotti, possibilmente rivolgendoti ad un fotografo professionista che sarà in grado di valorizzare i prodotti e renderli più appetibili.

3 - Bisogna dedicarci tempo

Il fatto che ci siano aspetti tecnici su cui potresti avere bisogno di affidarti a professionisti non significa che tu non debba dedicare tempo per gestire, organizzare e monitorare il tuo e-commerce. Dovresti anzi dedicare al tuo negozio virtuale la stessa cura ed attenzione che dedicheresti ad un negozio fisico. La velocità nell’evasione degli ordini, così come nella risposta a richieste di informazioni, è un aspetto fondamentale. Altrettanto importanti sono la fidelizzazione dei clienti (con invio ad esempio di newsletter periodiche, con i social media o con un blog di settore) e la pubblicazione di offerte sempre aggiornate. 

Ricorda anche che è importante monitorare il rendimento del sito in termini di visite, di esperienza utente e di vendite. Tramite gli strumenti di Analytics potrai conoscere cosa funziona e cosa non funziona del tuo progetto, e prendere le contromisure necessarie. Chiaramente avere uno strumento di facile utilizzo, e che integri tutte le funzioni, ti permette di ridurre il tempo necessario: il CMS che utilizziamo è stato progettato in questa ottica, e in questa ottica viene costantemente aggiornato.

4 - Il prodotto è importante

Non pensare comunque che la piattaforma o la strategia di web marketing possano risolvere qualsiasi problema. Se il tuo scopo è vendere un prodotto, devi accertarti che quel prodotto sia ciò che serve ai tuoi potenziali clienti, e che sia per loro appetibile. E cosa guarda il consumatore quando sceglie dove acquistare un prodotto che gli serve? Essenzialmente due cose: la qualità e il prezzo.

Se hai un prodotto con uno scarso rapporto qualità/prezzo, potrai anche dotarti di una piattaforma all’avanguardia, di una grafica bellissima e della migliore strategia di web marketing, ma i tuoi clienti andranno ad acquistare laddove troveranno prodotti migliori e/o ad un costo più basso. Questa è una regola di mercato che vale anche per il commercio offline: la differenza è che online è molto più semplice e immediato trovare molti posti dove acquistare prodotti. Esistono servizi di comparazione prezzi, come Google Shopping o Trovaprezzi, studiati appositamente per questo scopo.

È importante imparare a recepire anche le critiche, rispondendo ad esempio alle recensioni e imparando ad utilizzare i social media: in questo modo potrai migliorare il tuo prodotto e il tuo servizio.

5 - Online e offline sono destinati a mescolarsi

Non credere che un negozio fisico sia comunque immune dal confronto: non è così. Le abitudini dei consumatori sono cambiate e continueranno a cambiare, rendendo sempre più labile il confine tra reale e virtuale. Io stesso, quando vado a fare shopping e un prodotto attira la mia attenzione, lo cerco su Google per vedere se posso trovarlo ad un prezzo inferiore. Al contempo, se hai già un negozio fisico, potresti trovarti con persone che ti conoscono online, per poi venire ad acquistare presso il tuo punto vendita.  Se predisponi bene il tuo negozio fisico puoi indurre i tuoi clienti ad interagire con te sui social network.

Evita di ragionare a compartimenti stagni, considerando l’e-commerce come qualcosa di completamente slegato alla tua attività fisica. Un’azione online può avere ripercussioni offline, e viceversa.
Scritto da: Alberto Manara

Vuoi iniziare a far crescere il tuo business online ?

Parlaci dei tuoi progetti e obiettivi, noi ti aiuteremo a raggiungerli !

Si, voglio saperne di più